Frattura radicolare sull’incisivo centrale: riabilitazione estetica impegnativa.

//Frattura radicolare sull’incisivo centrale: riabilitazione estetica impegnativa.
Caso clinico

Un paziente quarantenne di Novara si era presentato alla nostra osservazione con una frattura radicolare dell’incisivo centrale sinistro dell’arcata superiore.

Questo dente era stato da anni devitalizzato ed era stato ricostruito con una faccetta in composito. Anche l’incisivo laterale destro (12) era stato ricoperto anni prima con una corona in ceramica.

Si notava inoltre, in prossimità dell’incisivo centrale, una fistola dovuta alla frattura radicolare.

Analisi del caso. Riabilitazione estetica impegnativa

La radice lesionata è risultata da subito irrecuperabile.

Si è considerato che, essendo un incisivo centrale, la riabilitazione estetica era prioritaria ed andava affrontata con estrema perizia. I tessuti gengivali, anche per la presenza della fistola, erano in sofferenza. Inoltre il rischio di posizionare un impianto post-estrattivo su un incisivo centrale è quello di incorrere in una recessione della gengiva (cioè una retrazione della gengiva); questo può portare ad avere un “dente più lungo”, la qual cosa può compromettere irrimediabilmente l’ estetica del sorriso.

Carico immediato: le fasi dell’intervento

Al paziente, in sedazione cosciente, è stato estratto il dente ed è stato inserito un impianto dentale direttamente nell’alveolo post estrattivo (la cavità rimasta dopo la rimozione dentale).

La presenza di un’infezione in atto (fistola), non è stata considerata come una controindicazione al posizionamento di un impianto.

Al paziente, in sedazione cosciente, è stato estratto il dente ed è stato inserito un impianto dentale direttamente nell’alveolo post estrattivo (la cavità rimasta dopo la rimozione dentale).

La presenza di un’infezione in atto (fistola), non è stata considerata come una controindicazione al posizionamento di un impianto.

Vi invitiamo, per approfondire l’argomento, a leggere l’articolo pubblicato sul nostro blog cliccando qui

Per evitare una recessione gengivale (cioè una retrazione della gengiva) è stato considerato necessario un innesto (*) di tessuto connettivo prelevato dal palato. Inoltre, lo spazio tra l’ impianto e l’alveolo post-estrattivo è stato riempito, come da protocollo, con del biomateriale.

*) Per innesto di connettivo, intendiamo un piccolo prelievo di porzione di gengiva dal palato (di solito nella zona premolare o molare) ed il successivo posizionamento dello stesso nello spazio tra l’osso e la gengiva.

frattura radicolare implantologia

Frattura radicolare: la situazione iniziale

frattura radicolare incisivo provvisorio

Frattura radicolare. Corona provvisoria dopo 24 ore dall’intervento

L’impianto inserito nel giro di 24 ore è stato caricato (carico immediato) con una protesi provvisoria. Dopo circa sei mesi al paziente è stata consegnata la protesi definitiva in zirconio ceramica. Si è provveduto inoltre a sostituire una vecchia ricostruzione sull’incisivo vicino, elemento 11, con una nuova corona in zirconio ceramica.

Possiamo verificare, dalla foto che viene proposta sotto, come a distanza di tre anni non si notino differenze, per quanto riguarda la morfologia gengivale, tra la corona supportata dal dente naturale e quella supportata dall’impianto.

Chirurgia mini-invasiva: conclusioni.

Riabilitazione estetica ottimale

Gli interventi di Implantologia in seguito ad una frattura radicolare che coinvolge un incisivo centrale, ma anche un laterale o un canino, richiedono, come si può immaginare, grande attenzione e perizia da parte del chirurgo. Ottenere una riabilitazione estetica ottimale è di importanza fondamentale.

Con questo intervento siamo riusciti a controllare una possibile recessione gengivale che, come detto, avrebbe irrimediabilmente influito sul buon esito della riabilitazione estetica.
Questo risultato è stato possibile soprattutto grazie alla chirurgia mini-invasiva che è da sempre una prerogativa della nostra Clinica.

frattura radicolare implantologia

Frattura radicolare. Situazione iniziale

frattura radicolare implantologia dopo

Frattura radicolare. Riabilitazione finale

incisivo dopo

La riabilitazione a distanza di 3 anni dall’intervento

2018-07-19T05:51:28+00:0024 ottobre 2011|Implantologia con Poco Osso|
Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”
INFO E PRENOTAZIONI