Gravidanza e cura dei denti: facciamo chiarezza

//Gravidanza e cura dei denti: facciamo chiarezza

Durante il periodo della gravidanza le alterazioni ormonali possono originare dei leggeri disturbi che, rispetto alle fisiologiche condizioni normali, rendono i nostri denti più indifesi ed esposti a vari rischi.

Uno di questi disturbi è il frequente e conosciutissimo ” cambio dei gusti”.

Potrebbe capitare di sentire l’impulso, magari fuori pasto, di un irrefrenabile voglia di cibi zuccherati, merendine frutta etc…

Le nostre raccomandazioni

Raccomandiamo, ma è una regola che vale per tutti, di limitare il più possibile l’assunzione di questi cibi. Soprattutto in gravidanza dove le naturali difese del cavo orale potrebbero diminuire.
Infatti, per esempio, durante la gravidanza le gengive tendono a sanguinare. Vi possono essere alterazioni del tessuto gengivale che facilitano il ristagno dei residui alimentari con la conseguenza di renderlo più vulnerabile alle infiammazioni.

Inoltre i cambiamenti nella qualità e quantità di saliva e la tendenza a mangiare fuori pasto favoriscono la comparsa di carie.

Gravidanza. I Primi tre mesi

E’ probabile che in questo periodo la gestante possa soffrire di nausee e di vomito. Il vomito ed i rigurgiti acidi sono ricchi di acido gastrico (che ha la funzione di degradare gli alimenti nello stomaco) che può facilitare l’alterazione della mucosa orale. Ne consegue un rischio di sviluppare gengiviti. I tessuti infiammati appariranno gonfi, dolenti e sanguinanti, con formazione di tasche parodontali o con l’aumento della profondità di quelle preesistenti.

Attenzione: alcuni studi scientifici sospettano un legame tra malattie parodontali causate dall’azione dei batteri e rischio di nascite premature (circa 37 giorni prima del termine) e sottopeso (2500 g in meno rispetto alla media).

Dopo un episodio di vomito si consiglia perciò di sciacquare immediatamente la bocca con acqua o un colluttorio adeguato. Evitare di spazzolare i denti subito dopo aver vomitato, in quanto si rischia di accelerare la demineralizzazione dello smalto.

Gravidanza. Dai tre ai nove mesi

La nausea tende a scomparire ma le precauzioni ed i controlli non vanno dimenticati.

Per prima cosa è necessario informare il proprio dentista della gravidanza in corso.

In questa fase consigliamo, oltre ad una puntuale igiene orale domiciliare dopo i pasti, di ricorrere all’igiene professionale ogni tre mesi.

Se nel corso dei nove mesi risultasse necessaria una terapia urgente, non bisogna esitare a contattare il dentista che saprà come comportarsi in modo da stabilire il trattamento più idoneo.

Quando fosse necessaria l’anestesia questa dovrà essere senza adrenalina, che ha effetto vasocostrittore (cioè limita il calibro dei vasi sanguigni con conseguente minor apporto di sangue ed ossigeno).

In caso di cure odontoiatriche in corso

Nel caso invece siano già in corso delle cure odontoiatriche, sarà premura del dentista limitare gli interventi e gli esami radiografici. Quest’ultimi dovranno essere eseguiti con apparecchiature digitali sempre con le dovute protezioni (grembiule piombato per la protezione dai raggi X). La radiografia digitale emette un quantitativo di radiazioni molto più basse rispetto alla metodologia tradizionale.
Le future mamme possono stare tranquille, è bene sottolineare che in generale non ci sono controindicazioni durante la gravidanza per le normali procedure odontoiatriche.

In questo periodo della gravidanza (dal 4°- 6° mese) cominciano a formarsi i primi denti da latte.

Gravidanza. L’importanza della dieta

Consigliamo di seguire una dieta bilanciata cercando di sostituire i cibi dolci con quelli più salutari e completi, dando preferenza ai cereali (alternando quelli normali con gli integrali) e mangiando pesce, carni bianche e rosse, frutta, verdura fresca e latticini.

La gestante e successivamente durante l’allattamento, visto l’aumentato fabbisogno, dovrà prevedere nella dieta circa 1000 mg. di calcio al giorno.

Gli alimenti ricchi di calcio, oltre al latte e latticini, sono elencati alla fine di questo articolo che alleghiamo. Cliccate su: Menopausa e denti: un controllo in più

Gravidanza. Il ruolo del fluoro

Il ruolo e l’importanza del fluoro assunto durante la gravidanza per irrobustire i denti, è, visti i possibili effetti collaterali, tuttora fonte di discussioni e pareri discordi.

Vi invitiamo a leggere sull’argomento un articolo più approfondito cliccando su: Fluoroprassi: fluoro ai bambini sì o no.

Seguendo questi semplici consigli le future mamme potranno vivere in modo più sereno la gravidanza riservando il sorriso intatto per la gioia del loro bambino.
Ultima curiosità ed avvertimento:

Alla prossima e felice mamma raccomandiamo attenzione anche alla :

Sindrome da ciuccio e da biberon i cui rischi sono evidenziati nei dettagli in questo articolo.

2018-11-08T10:23:33+00:004 aprile 2012|Lo sapevate che?|0 Commenti
Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”

Scrivi un commento

INFO E PRENOTAZIONI