I denti si muovono. Parodontite: rimedi e cure

//I denti si muovono. Parodontite: rimedi e cure

Ogni dente è soggetto a dei micro-movimenti (fisiologici) dovuti all’occlusione. A molti sarà già capitato di avvertire una leggera oscillazione del dente causata dal movimento della lingua oppure durante la masticazione.

Vogliamo ricordare che… se i denti si muovono…

I denti si muovono. Parodontite

Il dente non è inserito direttamente nell’osso ma è sorretto dal “parodonto” costituito da:

  • osso alveolare
  • legamento parodontale
  • cemento radicolare
  • gengiva

Questa complessa struttura permette al dente, dando elasticità, di distribuire le forze masticatorie.
Pensate ad una robusta “ragnatela” che mantiene la radice del dente sospesa all’interno dell’alveolo (osso).

Se i denti si muovono, come si misura il grado di mobilità?

Per quantificare il movimento dei denti vengono utilizzati dei parametri standard (“scala di Miller”)

  • grado 0 mobilità fisiologica 0,2 mm

  • grado 1 mobilità vestibolo-linguale o palatale, in avanti/indietro di 1 mm

  • grado 2 mobilità vestibolo-linguale o palatale, in avanti/indietro di 2 mm

  • grado 3 mobilità vestibolo-linguale o palatale + mobilità mesio-distale, da destra a sinistra e viceversa + mobilità anche in senso verticale, masticante.

Quali sono le cause principali della mobilità dei denti?

  • parodontite
  • apparecchi ortodontici
  • traumi

Vediamoli nel dettaglio…

Parodontite/Piorrea

Normalmente se i denti si muovono sono il segnale di una parodontite/piorrea che si trova in fase già avanzata. Le gengive si infiammano (gengivite) e il solco gengivale si approfondisce diventando una tasca gengivale, le fibre che compongono il legamento si distruggono ed inizia il processo di riassorbimento osseo.

Apparecchi ortodontici

Tutte le volte che viene effettuata una trazione ortodontica tramite bracket, molle, bande oppure guaine Invisalign® il dente è soggetto a movimento. Dovrà essere poi stabilizzato con la giusta contenzione di mantenimento.

Traumi

Il digrignamento dei denti (bruxismo) sottopone la dentatura a continue sollecitazioni masticatorie che, a lungo andare, rischiano di provocare l’aumento della mobilità dentale.
Anche gli eventi traumatici esterni, tipo cadute, colpi ecc… possono causare mobilità e/o spostamento ed i denti si muovono…

Quando si perdono i molari oppure i premolari, i denti estratti dovrebbero essere subito sostituiti. La mancanza di questi elementi dentali, soprattutto in pazienti affetti da parodontite, può causare la mobilità dei denti rimanenti che si trovano a sopportare carichi masticatori eccessivi.

Si possono salvare i denti che si muovono a causa della parodontite?

La prima cosa da effettuare è un’approfondita visita parodontale che consiste nel valutare dente per dente con:

  • sondaggio parodontale
  • radiografie endorali (la radiografia panoramica non basta)
  • controllo dell’indice di placca e di sanguinamento.
  • valutazione di eventuali patologie associate, tipo diabete e/o altre patologie sistemiche.

In che cosa consiste il piano di trattamento?

Si inizia con una pulizia professionale (eseguita con lenti d’ingrandimento), in modo da eliminare tutto il tartaro sopra e sotto-gengivale. Per poi proseguire con una terapia di decontaminazione e di biostimolazione per mezzo di un’apparecchiatura Laser.
Se ad una rivalutazione le terapie sopra descritte non hanno dato esito positivo si procederà con un trattamento chirurgico delle tasche parodontali.

2018-03-26T14:44:27+00:007 giugno 2017|Piorrea / parodontite|

Autore:

INFO E PRENOTAZIONI