Menopausa e denti: un controllo in più.

//Menopausa e denti: un controllo in più.

Con l’arrivo della menopausa, in media attorno ai cinquant’anni, avvengono tutti quei cambiamenti fisiologici legati all’alterazione ormonale, dovuti principalmente al repentino calo degli estrogeni.

E’ evidente che il deficit degli estrogeni è responsabile di fenomeni di osteoporosi che, non escludendo il distretto dentale, potrebbero causare una perdita di densità ossea alveolare.

Alcuni recenti studi hanno ipotizzato nella donne una stretta correlazione tra osteoporosi e parodontite.

Il parodonto (complesso delle strutture che sostengono e danno stabilità al dente), cioè, potrebbe diventare più suscettibile all’attacco batterico e, infiammandosi, causare danni gengivali, non escluso gravi recessioni gengivali. Lo squilibrio ormonale estrogenico è causa altresì di alterazione delle ghiandole salivari e delle papille gustative . E sappiamo bene, per esempio, quale ruolo importante protettivo-antibatterico possa svolgere la saliva nel cavo orale.

Inoltre nelle donne in menopausa è possibile una carenza di calcio e di alcune vitamine e possono aumentare sia l’interazione, che l’interferenza di alcuni farmaci.

Quali sono i più frequenti sintomi nella bocca di una paziente in menopausa ?

  • Bocca secca
  • Dolori diffusi alle gengive e ai denti
  • Infiammazione delle gengive
  • Sensazione di bruciore
  • Alterata modulazione dei quattro gusti principali (dolce, salato, amaro e acido)

Come comportarsi dunque dal punto di vista preventivo nel periodo della menopausa?

Si consigliano accurati esami dentali e igiene orale almeno 2 volte l’anno.

Qualora subentrino problemi gengivali quali:

  • sanguinamento
  • infiammazione
  • alito cattivo
  • debolezza dei denti
  • sensazioni fastidiose nel chiudere la bocca.

…..contattare immediatamente il dentista

È inoltre importante che il dentista sia informato dei trattamenti farmacologici in corso perché tendono a modificare l’aspetto gengivale ed aumentare anche la cariorecettività.
Igiene orale ed il ruolo della dieta alimentare.

Dal punto di vista dell’igiene orale la pulizia dei denti deve essere quotidiana ed accurata dopo ogni pasto.
Non sono da escludere infine eventuali interventi dietetici rivolti in particolare ad una maggiore assunzione di calcio ed alla riduzione degli zuccheri.
Il corretto quantitativo di calcio è compreso tra i 1000 e i 1300 mg al giorno e le fonti principali sono:

Calcio (mg) per 100g di alimento

Tabelle nutrizionali: alimenti con maggior contenuto di calcio

Latte scremato 1323
Grana 1169
Parmigiano 1159
Emmenthal 1145
Groviera 1123
Fontina 870
Caciocavallo 860
Provolone 720
Pecorino 607
Formaggio molle da tavola 604
Stracchino 567
Crescenza 557
Caciotta toscana 531
Brie 540
Scamorza 512
Taleggio 433
Formaggino 430
Gorgonzola 401
Cacio ricotta, di capra 396
Camembert 350
Ricotta, bufala 340
Ricotta 296
Mozzarella, di bufala 210
Salvia 600
Pepe nero 430
Rosmarino 370
Basilico 250
Prezzemolo 220
Menta 210
Rughetta o rucola 309
Tarassaco o dente di leone 316
Ostrica 186
Storione, uova (caviale) 276
Sgombro o maccarello, in salamoia 185
Spinaci, surgelati 170
Soia, secca 257
Farina, soia 210
Mandorle 240
Gelato confezionato, caffè 245
Wafer, ricoperto di cioccolato 200
Cioccolato al latte 262

L’attività fisica, in ultimo, è in generale un sempre un valido compendio alla prevenzione dietetica di patologie osteoporotiche in età menopausale.

Un po’ di ginnastica….

2018-01-30T10:10:36+00:0016 marzo 2012|Lo sapevate che?|
Dr. Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®. Ha pubblicato su riviste internazionali diversi articoli riguardanti protocolli chirurgici innovativi.
INFO E PRENOTAZIONI