Parodontite e poco osso, i passi avanti con la tecnica OnlyOne®

//Parodontite e poco osso, i passi avanti con la tecnica OnlyOne®

Negli anni Ottanta un ricercatore svedese di nome Branemark aveva pubblicato i suoi studi su un nuovo tipo implantologia definita “osteointegrata”, una tecnica chirurgica estremamente affidabile in grado di ridare il sorriso a molte persone, pur con il limite di tempistiche lunghe e protocolli molto rigidi.

parodontite e poco osso

Osteointegrazione.

parodontite e poco osso i tempi

I tempi di osteointegrazione

I progressi dell’implantologia a carico immediato

Da allora l’implantologia ha fatto enormi progressi nella costante ricerca di soluzioni sempre più rapide ed efficaci per ogni tipo situazione clinica. Uno dei pionieri di questa evoluzione è stato il Dr.Roberto Villa che circa 25 anni fa, contro tutti i dogmi scientifici del tempo, ha iniziato a trattare pazienti con parodontite avanzata (piorrea) togliendo i denti infetti e posizionando contemporaneamente gli impianti a supporto di riabilitazioni a carico immediato.

Gli eccezionali risultati clinici ottenuti con questo protocollo sono stati raccolti in due studi pubblicati su riviste scientifiche internazionali e sono disponibili online su PubMed (rassegna della letteratura scientifica biomedica mondiale).

L’evoluzione di questa tecnica, abbinata allo sviluppo di procedure chirurgiche sempre meno invasive, ha portato ad un’innovativa soluzione implantare chiamata “OnlyOne”, un modello di implantologia che trova una speciale indicazione nelle riabilitazioni di pazienti con parodontite e poco osso. Questi pazienti solitamente hanno esigenze estetiche elevate.

Nei casi di parodontite e poco osso cosa prevede la tecnica OnlyOne?

In una seduta chirurgica i denti irrecuperabili vengono estratti con una procedura minimamente invasiva, gli impianti dentali vengono posizionati negli alveoli post-estrattivi (le cavità rimaste dopo la rimozione dei denti) e l’osso alveolare viene ricostruito con del biomateriale.

Nel giro di 24 ore ai pazienti viene avvitata sugli impianti una protesi fissa con i “nuovi denti“ che fuoriescono perfettamente dalla gengiva naturale e non da una falsa gengiva artificiale, come ad esempio nella riabilitazione tipo All on 4 o barra di Toronto.

Implantologia OnlyOne®: quali sono i vantaggi?

Questa tecnica, come detto, è particolarmente indicata nei pazienti con parodontite e poco osso, perché permette di sfruttare a 360° tutto l’osso residuo al di là dell’alveolo post-estrattivo, grazie alla particolare inclinazione con cui vengono posizionati gli impianti dentali. I denti, sia provvisori che definitivi, sono sempre avvitati e mai cementati sia nelle riabilitazioni di un settore, che di un intera arcata dentale.

Questo è indubbiamente un enorme vantaggio per il paziente in quanto, per qualsiasi evenienza (tipo frattura elementi dentali, controlli sugli impianti ecc.), possono essere rimossi dal dentista semplicemente svitandoli con speciali cacciaviti.

Le manovre di igiene orale infine sono molto simili a quelle che si effettuano nella dentatura naturale, in quanto non esiste l’ingombro di una flangia di falsa gengiva.

Possiamo dire che, se il sogno di ogni dentista e di ogni paziente è sempre stato quello di poter sostituire nel minor tempo possibile i denti irrimediabilmente compromessi con elementi artificiali che potessero simularli perfettamente, con OnlyOne questo sogno si è avverato.

Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”

Scrivi un commento

INFO E PRENOTAZIONI