Malattia autoimmune: ho deciso per l’Implantologia dentale

//Malattia autoimmune: ho deciso per l’Implantologia dentale

D: Signora, vuole brevemente raccontare il suo caso ed il motivo per il quale si è rivolta alla ClinicaOdontoiatricaVilla?

R: L’anno scorso, a causa della perdita di un dente di supporto, uno dei miei vecchi ponti sull’arcata superiore era saltato. Ho pensato subito che l’altro ponte, dalla parte opposta, avrebbe potuto presto crearmi gli stessi problemi. La mia situazione dentale, in generale, stava peggiorando e capitava sempre più spesso di avere dei problemi funzionali, perché, mancandomi i molari, ero abituata ad utilizzare per la masticazione i denti anteriori. Questi ultimi si stavano oramai usurando, infatti ero dovuta intervenire più volte per cambiarli o per farli riparare.

Ero convinta che a lungo andare mi sarei trovata ad affrontare guai maggiori e mi chiedevo se non fosse giunto il momento opportuno per intervenire.

D: Le hanno consigliato subito un intervento di Implantologia dentale per riabilitare completamente tutta l’arcata superiore?

R: Inizialmente cercavano di convincermi a risolvere il problema in una volta sola, ma le confesso che avevo un po’ di paura, perché avrei dovuto affrontare un intervento che non conoscevo. Riconosco che ero un pò preoccupata anche per la mia malattia autoimmune che avrebbe forse potuto complicare le cose. Allora, pazientemente, mi hanno proposto di riabilitare solo una parte dell’arcata superiore.

Ultimamente però, riflettendo con calma, mi sono convinta che era inutile fare un pezzo di lavoro per poi, magari fra 6 mesi, dovere riaffrontare un ulteriore intervento. Ho parlato di questo anche con mio marito ed ho preso la decisione di intervenire al più presto e in modo definitivo sull’intera arcata superiore.

Ho comunicato la mia scelta al Dr. Roberto Villa e mi ha confermato che la mia era la soluzione più saggia.

D: Lei aveva sentito parlare precedentemente della possibilità di affidarsi alla Implantologia dentale? Aveva qualche timore di sentire dolore durante l’operazione?

R: Ho avuto un parente stretto che tempo addietro era stato riabilitato, proprio in questo studio, su entrambe le arcate con l’Implantologia dentale. Mi ha sempre detto che non aveva sentito alcun dolore. Questo, indubbiamente, mi ha incoraggiato e tranquillizzato.

D: Durante il suo intervento di Implantologia dentale ha sentito dolore ?

R: No, assolutamente, ho sentito solo un leggero fastidio quando all’inizio mi hanno fatto l’anestesia al palato. Devo sinceramente ammettere che ero tranquilla perché sapevo di essere in buone mani. Mi avevano parlato molto bene del Dr. Roberto Villa e della sua equipe e sono venuta molto fiduciosa.

D: Ha notato sul viso il giorno susseguente l’intervento qualche segno, lividi o rigonfiamenti? C’è stata qualche complicazione?

R: Fino alla sera del giorno dopo l’intervento, prima che mi fossero avvitati i nuovi denti, non ho visto segni particolari; ero solo un pò arrossata in viso. La notte seguente al posizionamento dei miei nuovi denti, ho avvertito un dolore diffuso in tutta la bocca, non un dolore pulsante , ma una nevralgia intensa e continua. Alla mattina ho chiamato la Clinica Villa ed ho parlato di questa complicazione. Sono stata invitata a presentarmi subito ma, già a metà mattina, mentre ero in sala d’attesa, il mio dolore era quasi totalmente scomparso.

Mi hanno tranquillizzata e hanno rilevato che il gonfiore post-operatorio era davvero minimo, cosa del tutto normale dopo questo tipo di intervento . Mi è stato consigliato di sospendere l’uso del collutorio alla Clorexidina perché le mie gengive avevano un insolito colletto biancastro. Mi hanno raccomandato un altro tipo di collutorio.Vista la mia patologia, se il dolore accusato si fosse eventualmente ripetuto , mi è stato prescritto anziché l’Ibuprofene, del Paracetamolo. Ho preso alla sera stessa una sola compressa di Paracetamolo e fortunatamente non è più stato necessario continuare a prendere antidolorifici. Il dolore non si è più ripresentato.
D: Vuole segnalare altri disturbi che ha accusato dopo l’intervento?

R: Ho telefonato una volta alla Clinica Villa per segnalare una intensa colorazione rossa della mia lingua e sono stata invitata a sospendere l’uso degli sciacqui con il collutorio. In pochi giorni tutto è tornato nella norma.
D: Lei ha trovato da subito beneficio con la riabilitazione con impianti dentali?

R: Ho gradatamente preso confidenza con i nuovi denti. I primi giorni ho mangiato precauzionalmente solo cibi passati. Ho evitato pane e grissini. Adesso che ho tolto i punti potrò mangiare più liberamente.

Voglio ancora aggiungere che a livello estetico mi sono piaciuta. I miei nuovi denti emergono dalle gengive naturali. Sono finiti i miei comprensibili imbarazzi quando parlavo con le persone e sapevo che la mia bocca non era in ordine.
D: Le viene in mente qualche aspetto in questa esperienza che non le è piaciuto, o qualche critica particolare?

R: Sono davvero pienamente soddisfatta. E’ andato tutto secondo le aspettative.

Il caso della paziente con malattia autoimmune viene descritto nel seguente articolo: implantologia dentale in paziente auto-immune

2018-11-08T10:05:22+00:0019 Dicembre 2012|Il racconto dei pazienti|0 Commenti
Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”

Scrivi un commento

INFO E PRENOTAZIONI