Piorrea, poco osso e paura del dentista: OnlyOne®

//Piorrea, poco osso e paura del dentista: OnlyOne®
Caso clinico 78

Descrizione del paziente

Il paziente di circa 45 anni soffriva da anni di parodontite avanzata (piorrea) che per paura del dentista aveva trascurato ormai da troppo tempo. I suoi elementi dentali erano ormai irrimediabilmente compromessi ed oltre ad un evidente problema estetico si era aggiunto, a causa della mobilità dentale, un serio problema funzionale. La sua masticazione era divenuta molto difficoltosa ed un trauma facciale occorso sul lavoro aveva peggiorato ulteriormente la situazione.
Questo grave disagio e l’impellente necessità di risolverlo aveva indotto il paziente a vincere i suoi timori ed a richiedere alla nostra Clinica una riabilitazione completa con impianti dentali dell’arcata superiore ed inferiore. Aveva chiesto inoltre di effettuare l’intervento nel più breve tempo possibile.

Piorrea e poco osso: analisi del caso

Per prima cosa ci si è dedicati all’analisi dell’arcata superiore.
E’ stata effettuata al paziente una panoramica ed una Tac Cone Beam; quest’ultima è stata trasformata, tramite il software NobelClinician, in un modello 3D (immagine digitale tridimensionale). E’ parsa evidente una situazione di quantità ossea piuttosto deficitaria (poco osso) per l’inserimento degli impianti dentali ma sufficiente, secondo la nostra esperienza, per riabilitare il paziente con un intervento di implantologia dentale con il protocollo di carico immediato post-estrattivo.

la panoramica iniziale

Piorrea e poco osso: la panoramica iniziale.

Poco osso: le fasi dell’intervento

Al paziente, in sedazione cosciente, sono stati estratti tutti i denti residui dell’arcata superiore e sono stati posizionati 4 impianti angolati in modo di sfruttare al massimo il poco osso residuo disponibile, secondo la tecnica OnlyOne®. Tutti gli impianti sono stati inseriti negli alveoli post-estrattivi (le cavità rimaste dopo la rimozione dei denti). Come da protocollo, è stato utilizzato del biomateriale (Bio-Oss®) al fine di preservare la morfologia osseo-gengivale.
Nel giro di 24 ore al paziente è stato consegnato un provvisorio fisso avvitato sugli impianti con l’emergenza dei denti dalle gengive naturali.

Piorrea e poco osso

Piorrea e poco osso: la situazione iniziale dell’arcata superiore.

Provvisorio dopo

Provvisorio dopo intervento OnlyOne®: emergenza dei denti dalle gengive naturali.

Dopo solo 10 giorni è stata riabilitata anche l’arcata inferiore. Anche in questo caso per evitare una spessa flangia di falsa gengiva, tipica della tecnica All-on-4®, gli impianti sono stati inseriti 2 nelle zone anteriori e 2 nelle zone posteriori della mandibola secondo il protocollo OnlyOne® . La perdita di osso causata dalla piorrea nella mandibola era stata però di tale entità che ci ha costretto a ricorrere ad una piccola flangia di gengiva artificiale. Le dimensioni di questa falsa gengiva sono state oltremodo molto contenute in modo da non ostacolare le corrette manovre di pulizia durante l’igiene orale del paziente.
Nel giro di 24 ore è stato avvitato anche sugli impianti inseriti nella mandibola un provvisorio fisso.

la situazione iniziale

Piorrea e poco osso: la situazione iniziale.

dopo 24 ore impianti nella mandibola

Riabilitazione dopo 24 ore dall’inserimento degli impianti nella mandibola.

La panoramica

La panoramica con gli impianti inseriti.

sorriso

Il sorriso iniziale.

sorriso dopo

Il sorriso dopo riabilitazione su entrambe le arcate OnlyOne®.

Conclusioni

In due settimane il paziente aveva così risolto il suo problema funzionale ed estetico in entrambe le arcate, esprimendo la sua più totale soddisfazione.

sorriso dopo

Il sorriso dopo riabilitazione su entrambe le arcate OnlyOne®.

2017-04-21T09:37:43+00:00 19 giugno 2015|Implantologia con Poco Osso|
INFO E PRENOTAZIONI