Sbiancamento dentale cosmetica o moda?

//Sbiancamento dentale cosmetica o moda?

Il colore dei denti è una caratteristica geneticamente determinata: ognuno ha il suo, un po’ come succede per pelle e capelli.

Non c’è dubbio che un bel sorriso dia un’idea di pulizia, di ordine, di simpatia e contribuisce a valorizzare l’intero individuo. Al contrario, denti gialli, sporchi, con tartaro, danno l’idea di sporco, di una persona che non si cura.

Il sorriso e i denti sono tra le prime cose che si notano quando si comunica con gli altri. Un bel sorriso è il nostro primo biglietto da visita. Avere un sorriso con i denti bianchi e luminosi aiuta senz’altro a migliorare ed a rendere più gradevole l’aspetto generale di una persona, sia di fronte a se stessa, migliorandone l’autostima, che di fronte agli altri.

sbiancamento dentale prima e dopo

Denti bianchi

La televisione mostra sempre di più modelle dagli splendidi denti, sorrisi degli attori televisivi senza imperfezioni. E’ evidente che l’aspetto fisico viene maggiormente curato rispetto ai tempi passati. Questi modelli moderni dei personaggi in vista, tutti con denti bianchissimi e regolari, tendono ad invogliarci spesso a cercare di porre rimedio alle nostre imperfezioni del sorriso. Sono tentazioni dettate dalla moda, ce ne rendiamo conto, ma sappiamo, altresì, che resistere non è facile.
E’ accertato che sempre più persone, sia giovani che anziane, si sottopongono a vari trattamenti estetici, tra i quali, vi è lo sbiancamento dentale.

Sbiancamento dentale fai da te

Ti consigliamo innanzitutto di evitare il fai da te, i dentifrici che vantano sostanze sbiancanti sono subdoli, potrebbero danneggiare irrimediabilmente lo smalto dentale.

Non esitare ad affidarti sempre a dei professionisti.
Lo sbiancamento dentale è un’opportunità che ti offre il tuo dentista di fiducia per migliorare l’aspetto fisico della tua bocca in tutta sicurezza. Lo sbiancamento dal dentista è garantito ed ottiene risultati certi che, ovviamente, variano da soggetto a soggetto in base alla conformazione dei denti. Aggiungiamo che lo sbiancamento dentale è un trattamento che può essere ripetuto nel tempo.

Andrà poi sempre seguito, ovviamente, da una puntuale igiene orale. Se ti applicherai con dedizione a pulire bene i tuoi denti dopo ogni pasto, il risultato ottenuto con lo sbiancamento dentale durerà a lungo.

Come è fatto un dente

sbiancamento dentale

La colorazione è determinata non dallo smalto, di per sé traslucido ma dalla dentina (contiene sfumature grigiastre, rossicce e giallognole).
Pur essendo uno dei materiali più resistenti del nostro corpo, lo smalto dentale conserva una certa porosità e, come tale, può lasciarsi attraversare da sostanze capaci di cambiarne il colore ( es. fumo, caffè, cioccolato etc..).

La parte esterna del dente (smalto) è di colore bianco, la parte interna (dentina) ha invece un colore tendente all’avorio, quindi più gialla.

Smalto e dentina

E’ la dentina, la parte interna della corona del dente a determinare il colore. La dentina può avere diverse sfumature, ma, come già detto, tendenzialmente ha un colore avorio/giallognolo.
Lo smalto, la parte esterna, ha una consistenza resistente ed è traslucido (cioè lascia passare la luce). Lo smalto è fatto di un materiale poroso che si può con gli anni, a causa dell’usura, deteriorare ed assottigliare. Ecco che in questi casi potrebbe lasciare trasparire ancora di più il colore giallastro della dentina. E’ facile comprendere come il colore del tuo dente possa essere dato dal riflesso della dentina sottostante.

Il dente cambia colore

Inoltre con l’età che avanza si ha fisiologicamente un’alterazione cromatica dei denti, la cui colorazione inizia ad assumere tinte sempre più giallognole (denti gialli) ed anche più scure. La causa spesso è che lo smalto può essere intaccato da alimenti pigmentanti (che cioè macchiano) per esempio il caffè, il cioccolato, liquirizia,  mirtilli ecc.
Se fumi è probabile che si formino macchie sui denti giallo-brunite (denti gialli). Il fumo non solo delle sigarette, ben inteso, ma anche di sigaro o della pipa. Peggio ancora per quelle, fortunatamente poche, persone che hanno ancora l’abitudine di masticare tabacco.

Altre cause di denti gialli

Anche i depositi non rimossi di placca dentale o di tartaro possono portare ad avere denti gialli.
Una scarsa o cattiva igiene orale è altresì responsabile di processi cariosi (carie) che possono evidenziarsi inizialmente con macchie gialle sul dente interessato.

Sbiancamento dentale professionale

Oggi fortunatamente disponiamo di soluzioni innovative ed al passo con le nuove scoperte scientifiche, quali lo sbiancamento professionale, che ci permettono, anche con l’ausilio del laser, di risolvere questo problema al fine di poter ottenere per i nostri pazienti quello che viene definito “un bel sorriso”.

Sbiancamento dentale laser

sbiancamento dentale scala colore

Vediamo nel dettaglio come si procede e che cosa dovrai fare.

Fase iniziale di preparazione

  • Verrai innanzitutto visitato dal dentista che si accerterà che non vi siano denti cariati, ricoperti o devitalizzati e lesioni del cavo orale. Valuterà che non vi siano, nel tuo caso, controindicazioni al trattamento
  • Verrai poi affidato all’igienista dentale che ti farà una pulizia professionale dei tuoi denti (ablazione del tartaro o detartrasi)
  • Ti sarà spiegato ed illustrato in maniera particolare il piano di trattamento
  • Si procederà con le fotografie pre-trattamento e ti verranno proposte le possibilità di nuove colorazioni secondo le tue esigenze ed aspettative

Fase operativa (dopo una settimana circa)

  • Ti viene applicato un apribocca
  • Verranno isolate e protette le gengive con un apposito materiale
  • Ti viene applicato un gel sbiancante
  • Viene attivato il laser
  • Il gel sbiancante viene più volte rimosso e riapplicato
  • Sarai assistito in tutta tranquillità
  • Tutta la procedura dura dai 30 ai 45 minuti

Post-procedura operativa

  • Tutti i materiali sono rimossi dalla bocca del paziente
  • Vengono valutati i risultati
  • Vengono scattate le foto post-trattamento

Verrai quindi concedato con le raccomandazioni del caso:

  • Evita cibi e sostanze colorate come caffè e cioccolato nei primi due giorni
  • Sempre nelle prime 48 ore evita di bere o mangiare sostanze che possano dare acidità

Nel corso della tua igiene orale a domicilio ti ricordiamo ancora di evitare dentifrici contenenti sostanze sbiancanti molto abrasive, perché potrebbero danneggiare lo smalto dentale.

Sbiancamento denti led

Nella nostra Clinica veniva utilizzata fino a 3 anni fa una lampada che produceva una luce ultravioletta, sempre con l’ utilizzo del medesimo gel. Questa era però una procedura più lenta, giustamente considerata un inconveniente.

Sbiancamento dentale fa male?

Il dentista, nella fase iniziale di preparazione, si sarà accertato che tu non abbia una particolare sensibilità dentale e si regolerà di conseguenza, in modo da evitarti fastidi.
Puoi sentire leggermente bruciare le gengive a contatto con il gel sbiancante.
Le tue gengive alla fine del trattamento sbiancante potrebbero evidenziare una colorazione biancastra che tenderà a scomparire in un paio di giorni. Anche la sensibilità al caldo e al freddo potrebbe alterarsi per pochi giorni. Questi sono gli unici effetti collaterali, sempre però di entità modesta.

2018-04-20T07:03:09+00:0024 novembre 2014|Lo sapevate che?|
INFO E PRENOTAZIONI