Erosione dello smalto dei denti cos’è e come rimediare

//Erosione dello smalto dei denti cos’è e come rimediare

Le raccomandazioni sulla prevenzione della carie, comparse recentemente anche in un nostro articolo, sono tante, talmente note e ricorrenti, da essere ormai certi che molte famiglie, per prevenire guai seri ai denti, rispettino e tengano in debita considerazione le buone e sane abitudini alimentari.
Ma se sull’argomento “placca, zucchero e carie“ tutti sicuramente ci sentiamo ben preparati , forse non si può dire altrettanto sul tema:

L’erosione dentale è la perdita irreversibile di smalto dentale* causata dagli acidi e/o dallo spazzolamento non corretto.

* Lo smalto dentale è lo strato più esterno del dente. E’ una sostanza traslucida, sottile e dura, composta in buona parte da sali di calcio. Ha la funzione di coprire e di proteggere la dentina sottostante. La dentina è la porzione soffice e sensibile del dente. Quando questa viene esposta si può facilmente cariare. La dentina, inoltre, è molto sensibile ai cambiamenti termici ed ai cibi e bevande zuccherate. In queste circostanze, reagirà ad essi procurando dolore.

L’erosione dentale, a seguito di un attacco di acidi, è quindi un processo di demineralizzazione che colpisce questo strato duro del dente (smalto), determinando una perdita graduale ed irreversibile dei minerali a livello della superficie esterna dei denti. A differenza della carie, però, l’erosione dentale non è causata dalla placca batterica.

Erosione dentale. Di quali acidi si parla?

Di tutti quelli presenti nei cibi e nelle bevande presenti nella nostra comune dieta.
Sono davvero tanti e comprendono, oltre a quelli presenti negli alcolici, nelle bibite gassate zuccherate , anche quegli acidi di certi tipi di frutta e verdura. Ogni volta che si mangia o si beve qualcosa di acido, lo strato esterno dei denti diventa, per un breve periodo di tempo, esposto a questi agenti aggressivi ed una parte di minerale dello smalto dentale si perde. La saliva potrà, in parte, neutralizzare pian piano l’acidità e ripristinare i minerali. Tuttavia, se questo attacco acido avviene ripetutamente, la bocca non ha modo di difendersi. Piccole particelle di smalto dentale possono essere spazzate via. Piano piano, la superficie dei denti si deteriora. Si rischia allora, a lungo andare, di esporre la dentina. Ed a quel punto…. saranno “dolori”.

Perché, che cosa succede? E come mi accorgo del problema?

L’erosione dentale comincerà a manifestarsi con delle cavità puntiformi nella superficie dello smalto dentale. La dentina che si trova al di sotto dello smalto, di colore più scuro e giallastro rispetto a quest’ultimo, comincerà a fare capolino. Poiché la dentina esposta è sensibile, anche i denti potranno divenire sensibili al caldo ed al freddo ed ai cibi e bevande zuccherate. In conclusione… si avvicinerà il rischio carie.

Quali sono i fattori che possono causare erosione dentale, oltre ai citati cibi e bevande acide?

  • Il flusso ridotto di saliva, presente come effetto collaterale di alcune patologie e/o farmaci con un elevato contenuto di acidi.
  • Alcuni dentifrici ad azione sbiancante possono contenere quantità di acidi potenzialmente dannosi.
  • Altri dentifrici che contengono granuli si sostanze altamente abrasive e che promettono sbiancamenti “straordinari”.
  • Probabilmente, una certa predisposizione al processo di erosione dentale.
  • Le patologie come il reflusso esofageo, l’ernia iatale, dove può avvenire un contatto dentale con gli acidi provenienti dallo stomaco.
  • La bulimia, condizione nella quale il paziente, forzando il vomito per poter perdere peso, può danneggiare ripetutamente lo smalto.
  • Il bruxismo (digrignamento dei denti) perché facilita l’erosione dentale, rendendo lo smalto più sensibile all’azione degli acidi.
  • Errata modalità di spazzolamento dei denti.

Cosa fare per prevenire l’erosione dentale?

1 Innanzitutto evitare di assumere cibi o bevande acide lontano dai pasti.

Se dovesse succedere, ricordarsi di non lavare i denti subito dopo avere mangiato o bevuto alimenti acidi. Lasciare passare un’oretta prima di spazzolare. Questo per evitare di esercitare una pressione eccessiva quando si spazzolano i denti. Si raccomanda sempre di utilizzare uno spazzolino idoneo ed un dentifricio contenente fluoro.

2 È consigliabile evitare di mangiucchiare e sorseggiare in continuazione cibi o bevande acide tenendoli a lungo in bocca

Preferire l’utilizzo di una cannuccia (soprattutto per i più piccoli)
la bevanda va direttamente nella porzione posteriore della bocca ed evita il contatto prolungato con i denti, limitandone in tal modo l’erosione.

3 In alternativa a bevande gassate ricordiamo una importante fonte di calcio, vero elisir della salute per i denti : il latte

Se le semplici note di prevenzione che abbiamo fornito non sono state sufficienti ad evitare il principio di una piccola erosione, niente di grave. Raccomandiamo però al più presto una visita dal dentista o dall’igienista dentale. Il segreto per la salute dei denti (e del portafoglio) è anticipare gli eventi. Il personale sanitario è attento e preparato per arrestare qualsiasi danno e complicazione futura.

Consigliamo di leggere anche l’articolo “Carie: un dente cariato può cariarsi di nuovo?”

2018-11-08T10:22:58+00:0014 settembre 2012|Lo sapevate che?|0 Commenti
Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”

Scrivi un commento

INFO E PRENOTAZIONI