Implantologia a carico immediato mancanza di osso, può essere un ostacolo?

//Implantologia a carico immediato mancanza di osso, può essere un ostacolo?

Implantologia a carico immediato mancanza di osso. Introduzione

Per valutare la presenza di poco osso è necessaria sempre una Tac Cone Beam.
I pazienti che ci contattano e che vengono da noi per la prima visita, fanno sempre la stessa affermazione: “mi hanno detto che ho poco osso!”.
Con nostra sorpresa ci accorgiamo che, molte volte, la diagnosi è stata fatta solo con panoramica dentale.

Implantologia a carico immediato mancanza di osso. Importante è sapere che:

La panoramica dentale è insufficiente per determinare la mancanza di osso. La sola indagine radiologica che permette di conoscere non solo l’altezza ma anche lo spessore dell’osso è la TAC.

Nella nostra Clinica la prima visita dura non meno di 1 ora e 30 minuti, comprende:

  • la panoramica dentale e se servono le lastrine endorali.
  • la valutazione dei tessuti gengivali con sondaggio parodontale ed il controllo dei denti residui per individuare la presenza di carie e d’infezioni periapicali (granulomi).

  • ci accertiamo che non siano presenti disturbi occlusali, nel caso valutiamo anche un’ulteriore visita posturale per escludere problemi legati all’articolazione temporo-mandibolare (ATM).

  • la Tac viene elaborata con un software in grado di creare la ricostruzione in 3D del cranio del paziente.  Questo ci permette di pianificare l’intervento, simulando l’inserimento degli impianti dentali. Inoltre la pianificazione in 3D ci consente, ruotando in tutte le direzioni dello spazio il modello digitale del cranio, di individuare aree di osso su cui ancorare gli impianti, altrimenti non visibili.

  • L’Implantologo spiega il piano di trattamento davanti al computer in modo che il paziente riesca a capire esattamente qual’è la sua situazione iniziale e come si andrà ad intervenire.

I piani di trattamento devono essere personalizzati per ogni singola persona.
I risultati che si possono ottenere, sono scelte molto individuali che variano a seconda dei desideri e dei sogni del paziente.

Implantologia a carico immediato mancanza di osso. Ma cosa vuol dire “poco osso”?

Possiamo avere diversi tipi di mancanza di osso o atrofia ossea:

  • atrofia verticale. Mancanza di osso in altezza.
  • atrofia orizzontale. Mancanza di osso in spessore.
  • atrofia sia verticale che orizzontale. Mancanza di osso sia in altezza che in spessore.

A seconda della situazione si interviene con tecniche di implantologia diverse.
Tutte queste soluzioni chirurgiche possono essere sovente abbinate al nostro protocollo di carico immediato OnlyOne ed offrono, quasi sempre, tempi rapidi di riabilitazione.
OnlyOne è una tecnica che abbina alla mini-invasività chirurgica un eccellente risultato funzionale ed estetico.
E’ indicato nelle riabilitazioni parziali o totali sia dell’arcata superiore che dell’arcata inferiore.

Quali sono i vantaggi di utilizzare il protocollo OnlyOne?

  • l’implantologia a carico immediato è un intervento eseguito in chirurgia mini-invasiva.

  • consente il mantenimento di una corretta morfologia gengivale permettendo la fuoriuscita dei nuovi denti dalla gengiva naturale e non da una falsa gengiva artificiale come ad esempio nella riabilitazione tipo All on 4 o Barra di Toronto.

  • E’ indicato nei pazienti con poco osso perché è una tecnica in grado di sfruttare a 360° tutto l’osso residuo al di là dell’alveolo post-estrattivo, grazie all’inclinazione con cui vengono posizionati gli impianti dentali.

  • la protesi sia provvisoria che definitiva è sempre avvitata e mai cementata sia nelle riabilitazioni parziali che totali. Questo è indubbiamente un’enorme vantaggio per il paziente in quanto, per qualsiasi evenienza (tipo frattura elementi dentali, controlli sugli impianti ecc.), può essere rimossa dal dentista semplicemente svitandola con speciali cacciavite.

  • i risultati estetici, soprattutto nelle riabilitazioni dell’arcata superiore, sono di gran lunga più appaganti perché l’emergenza dei denti avviene in maniera naturale.

  • le manovre di igiene orale sono molto simili a quelle che si effettuano nella dentatura naturale, in quanto non esiste l’ingombro di una flangia di falsa gengiva.

Molto importante

Se siete pazienti con denti residui da estrarre e le vostre esigenze estetiche sono prioritarie, noi vi consigliamo di chiedere chiaramente al vostro dentista, durante la visita, come sarà la vostra futura riabilitazione protesica (ad esempio con fotografie di casi clinici già eseguiti).

Questo per evitare risultati assolutamente non rispondenti alle vostre aspettative.

2018-02-14T07:33:35+00:00 29 maggio 2017|Implantologia con Poco Osso|
INFO E PRENOTAZIONI