Implantologia in paziente con protesi mobile e canino incluso

//Implantologia in paziente con protesi mobile e canino incluso

Il paziente che non viveva in Italia, ma in Africa, si era presentato alla nostra osservazione con delle vecchie corone sull’arcata superiore. A queste corone, molto usurate, era ancorata una protesi mobile.

A livello dell’arcata inferiore aveva dei denti residui, 2 incisivi e 2 molari.

implantologia in paziente con protesi mobile

Implantologia in paziente con protesi mobile: la situazione iniziale.

implantologia in paziente con protesi mobile, la panoramica iniziale.

Implantologia in paziente con protesi mobile. La panoramica iniziale.

Implantologia in paziente con protesi mobile. La richiesta del paziente era di avere una protesi fissa su impianti in entrambe le arcate per potere migliorare la funzionalità masticatoria e l’estetica del suo sorriso.

Implantologia in paziente con protesi mobile, carico immediato.

E’ stata inizialmente trattata la regione mandibolare con un intervento di Implantologia carico immediato  post estrattivo sono stati posizionati 5 impianti dentali e caricati con una protesi provvisoria fissa nel giro di 24 ore.

Per i suoi impegni lavorativi il paziente è ritornato subito in Africa con questa riabilitazione dell’arcata inferiore.

La soddisfazione del paziente per l’esito dell’intervento era tale da decidere di intervenire anche sull’arcata superiore e, nella sua successiva venuta in Italia, a distanza di due anni circa, aveva chiesto nuovamente una visita presso la nostra Clinica.

Implantologia in paziente con protesi mobile e canino incluso: il caso

Dalla panoramica effettuata al paziente ci siamo resi conto che la situazione nell’arcata superiore era molto complessa. Oltre al problema delle vecchie corone, si è evidenziata la presenza di un canino incluso.

La posizione del canino incluso, orizzontale, complicava ulteriormente il caso perché, una volta rimosso il canino, si sarebbe presentata una grossa lacuna ossea.

La posizione di questo dente incluso occupava uno spazio che andava dall’incisivo centrale ai margini del seno mascellare. Oltre a riempire la lacuna ossea con un eventuale innesto osseo, un intervento tradizionale avrebbe probabilmente previsto anche un rialzo del seno mascellare.

Il paziente, vivendo all’estero, non voleva affrontare interventi molteplici e laboriosi ed abbiamo cosi valutato, dopo aver fatto una TAC, la possibilità di un trattamento chirurgico alternativo di pari efficacia ma molto più rapido.

Implantologia in paziente con protesi mobile: le fasi dell’intervento

Al paziente, in sedazione cosciente, è stato rimosso il canino incluso. Nella porzione apicale del sito post estrattivo del canino, che era di notevoli dimensioni, si è trovato dell’osso residuo che si poteva sfruttare per ancorare un eventuale impianto.

Abbiamo quindi inserito in questa lacuna ossea”post-estrattiva” un impianto che aveva comunque una sufficiente stabilità.

La lacuna ossea post-estrattiva è stata colmata con del biomateriale.

Abbiamo poi estratto i denti residui (che supportavano le vecchie corone) e posizionato 3 impianti seguendo un protocollo di chirurgia non invasiva. Infine nel settore posteriore destro edentulo abbiamo posizionato altri 2 impianti, seguendo sempre un protocollo non invasivo.

Implantologia carico immediato: la fase protesica

Il giorno seguente l’intervento il paziente, che non aveva riferito nessun tipo di problema post operatorio, tipo edema o dolore, è stato riabilitato con un provvisorio fisso avvitato sugli impianti (carico immediato). La riabilitazione protesica definitiva è stata consegnata al paziente dopo circa un anno.

implantologia in paziente con protesi mobile

Implantologia in paziente con protesi mobile e canino incluso: la situazione iniziale.

implantologia in paziente con protesi mobile. La riabilitazione finale.

Implantologia in paziente con protesi mobile. La riabilitazione finale.

implantologia in paziente con protesi mobile, il sorriso del paziente.

Il sorriso del paziente.

Se desiderate leggere altri casi riguardanti pazienti con canini inclusi potete cliccare su:

Caso 1 | Scarso osso residuo e canino incluso: carico immediato.

Caso 2 | Paziente con canini inclusi trattato con impianti dentali

2018-03-15T15:29:41+00:0010 dicembre 2011|I casi difficili|
Dott Roberto Villa
E’ l’ideatore dell’innovativa tecnica di Implantologia Estetica Immediata OnlyOne®, la quale è stata recentemente pubblicata come “Nuova Tecnica” sull’importantissima rivista americana “The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry”. E' stato relatore a “Departement of Implant Dentistry della “Peking University”. Relazione sul “Carico immediato Post-estrattivo”
INFO E PRENOTAZIONI